Blur @ Ippodromo del Galoppo (Milano, 28-7-2013)

In quella che forse è la serata più calda dell’anno alle 21.30 precise i Blur fanno il loro ritorno sui palchi italiani nella prima vera tournèe europea da quando hanno deciso che era tornata l’ora di suonare ancora insieme.

La scaletta è un vero e proprio greatest hits con un paio di chicche (“Trimm trabb”, “Caramel”) e l’inedito “Under the westway”.

Il gruppo gira a palla: Albarn è un istrione, Coxon si diverte con i mille suoni della sua chitarra ed anche James e Rowntree fanno la loro sporca figura.

L’inizio è fulminante con la tripletta “Girls and boys”, “Popscene” e “There’s no other way”, su “Coffee and tv” dalla platea sale sul palco con la band un emozionato cartone del latte,  “Tender” commuove, durante “Parklife” vengo trascinato verso le prime file e la conclusiva “Song 2” dal vivo sarebbe da vietare ai cardiopatici…

Dopo un’ora e mezza di show il quartetto londinese, accompagnato per l’occasione da un set di fiati ed uno di coristi, se ne va con la sicurezza d’aver lasciato il segno ed anche un bel sorriso sui visi delle tante persone accorse a vederli…

L’ordine della scaletta è stato questo:

  1. Girls and boys
  2. Popscene
  3. There’s no other way
  4. Beetlebum
  5. Out of time
  6. Trimm trabb
  7. Caramel
  8. Coffee and tv
  9. Tender
  10. To the end
  11. Country house
  12. Parklife
  13. End of a century
  14. This is a low

escono per poi rientrare

  1. Under the westway
  2. For tomorrow
  3. The universal
  4. Song 2

Andrea Manenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *